3 C
Rome
venerdì, 28 Gennaio, 2022

Sports Illustrated elegge Sunisa Lee come atleta dell’anno

In Evidenza

La poca inclusività dei media nei confronti degli sport considerati minori è un argomento che fa indignare moltə atletə in Italia, ma è una realtà superata in nazioni come gli Stati Uniti d’America?

Poche ore fa Sunisa Lee è stata insignita del prestigioso premio, assegnato dal settimanale sportivo Sports Illustrated, di “Atleta donna dell’anno”. Il premio maschile di categoria, invece, è andato al nuotatore Caeleb Dressel. Le parole che Sunisa ha dedicato alla vittoria sono state queste:

«Grazie a tutti quelli che mi hanno supportata durante questo percorso. Spero di essere un esempio per quelli che hanno una passione, ma non sempre hanno gli strumenti e il sistema di supporto giusti per perseguirla. Ricordate: non dovete essere i migliori per iniziare, ma dovete iniziare per essere i migliori. Quest’anno appena trascorso è stato un sogno diventato realtà, ed è solo l’inizio!»

È dal 1954 che il settimanale sportivo statunitense istituisce la premiazione annuale per atletə, coach e squadre che si sono distinte durante l’anno per particolari meriti. Questa notte, per la prima volta nella loro storia, i SIAwards sono stati trasmessi in diretta streaming su YouTube, così da coinvolgere tutti i tifosi nella festa dei loro atleti.

Si potrebbe paragonare gli SIAwards agli italianissimi Gazzetta Awards, ma nel corrispettivo americano c’è più inclusività mediatica di quello italiano?

Ieri Alessia Maurelli, capitana della nazionale italiana della Ginnastica Ritmica (che quest’anno ha fatto la storia portando a casa ben sette medaglie tra Europei, Olimpiadi e Mondiali), ha posto nuovamente l’attenzione sulla poca visibilità che in Italia viene data a sport che non siano il calcio o il volley.

Ne abbiamo parlato in modo più approfondito nell’articolo di ieri, leggibile cliccando qui.

La polemica della capitana è nata dalla mancata nomination delle Farfalle come migliore squadra ai Gazzetta Awards. Nelle nomination del celebre quotidiano sportivo italiano figurano, infatti, due squadre di calcio e ben tre di volley. La categoria corrispondente negli SIAwards (Best Team) è invece occupata da tre squadre di Baseball e solo una di Hockey su ghiaccio.

Viene spontaneo pensare, quindi, che la situazione americana non sia così diversa da quella italiana.

Mariacarmela Brunetti
Nata e cresciuta nel magico Sannio, la mia seconda casa da anni è Roma, dove sto per conseguire una laurea in ingegneria. Passo il mio tempo libero a scrivere e sono Redattrice ed Editorialista per GINNASTICANDO.it dal 2015.

GINNASTICANDO.it è sempre gratuito, senza alcun contenuto a pagamento. E' sorretto da un'Associazione Culturale senza fini di lucro. Un tuo aiuto però varrebbe doppio: per l'offerta in sé, ma anche come segno di apprezzamento per il nostro lavoro.


Altri Articoli

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Ultime Notizie